Arte - Museo Raimondi

Arte

Raimondi e l' Arte sono considerati una sola unità. Poichè lo spirito dell' artista non solo richiede sensibilità che dia fermezza davanti l'avversità e gli permetta fidelità ai suoi sentimenti. Particolamente, in questo caso, l' arte dimostrato nelle tracce dei disegni delle piante da lui studiate, i ritratti degli indigeni o le linee che hanno dato forma alle ande, acquistarono una vera dimensione sono state considerate come vera testimonianza della sua missione imposta a sè stesso: far conoscere al mondo le richezze naturali del Perù.

L'estetica di Raimondi è la estetica della natura; le sue riproduzioni non si allontanarono dalla composizione originale. Come naturalista il valore naturale, dei suoi disegni ed acquarelli nelle quali dipingeva animali, piante o paessaggi, era maggiore quanto più si somigliavamo all'oggetto riprodotto.

Questa tendenza si manifestó notevolmente nelle acquarelle botaniche, risaltando il valore del suo lavoro unicamente disegnando la pianta sulla carta ed omettendo intenzionalmente qualsiasi fondo scenico o periferico addizionale sia all'illustrazione principale che a quello naturale.

La finalità della sua opera grafica è risaltata attraverso i disegni della biologia vegetale. Risultava di facile comprensione gli appunti a matita che faceva accanto i disegni dei fiori, frutti e semi e dove segnalava informazione addizionale come i nomi scientifici della specie studiata, il suo origine, faceva anche importanti annotazioni facendo riferimento a fiumi, città, paesi, campagne, ecc.

Questa razionalità che sempre lo caratterizzó sembrava contradditoria e perfino incompatibile con la personalità sensibile di un artista come lui.

Raimoni apparteneva a una famiglia di personaggi i quali il loro talento avevano stabilito un ponte tra l'arte e la scienza, scartando pregiudizi che dissociavano il rigore scientifico dalla sensibilità artistica. Questo stesso spirito accompagnó le opere degli acquarellisti francesi Dumontel, Garnier, ed il peruviano Velarde i quali assumirono la responsabilità di
illustrare le sue collezioni.

Quanto descritto ci fa capire l'estrema precisione pittorica del savio milanese che è una caratteristica indispensabile nella formazione di un naturalista. Le acquarelle di Raimondi raggiunsero una perfezione che oltrepassò il limite della natura e che permise ai nostri sensi aprire nuov percezioni nella misteriosa dimensione dove la vita si incoraggia a se stessa.

Copyright © 2022 - museoraimondi.org.pe

Av. La Fontana 755, La Molina. Lima 12 - Perú - T (+511)614-9700 F 614-9701 - webmaster@museoraimondi.org.pe